Alla ricerca dello spazio vissuto

22,00 18,70


Percorsi ricceriani fra aporie, itineranza e narrazione
Tematizzare lo spazio significa non solo pensare all’estensione del proprio corpo, in quanto corpo vissuto, ma riflettere anche su quello spazio fisico in cui «l’altro si fa vicino e dove il vicino si fa altro».

Disponibile

NameRangeDiscount
Sonto 15% acquisto online1 - 515 %
COD: 9788860876850 Categoria:

Description

Se nella via longa del suo filosofare Paul Ricoeur elabora interessanti riflessioni sul “tempo”, sulla temporalità abitata da un soggetto che scopre nella narrazione la modalità più propria per sostare nelle aporie, con l’infittirsi delle riflessioni emerge in tutta la sua incandescenza anche la problematica dello spazio. Tematizzare lo spazio significa non solo pensare all’estensione del proprio corpo, in quanto corpo vissuto, ma riflettere anche su quello spazio fisico in cui «l’altro si fa vicino e dove il vicino si fa altro» e in cui il darsi insieme di identità e di differenza crea continui cortocircuiti, specie nelle sempre più congestionate e “itineranti” metropoli occidentali. A partire da queste sollecitazioni e dalla applicazione “inaspettata” della dimensione narrativa all’architettura, nasce una riflessione sullo spazio costruito e sullo spazio vissuto, con cui tentare di arginare la provocazione che l’Occidente filosofico sia solo “cronolatrico”e per riuscire finalmente ad immaginare e a progettare città più abitabili e quartieri più umani.

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

9788860876850

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

292

Autore

Costanzo, G.