Leopardi e il Novecento

25,00 21,25


Sottotitolo: Sul leopardismo dei poeti
In questo saggio Anna Dolfi si interroga sulla natura e sui modi in cui si declina la modernità di Leopardi nel secolo che gli succede.

Esaurito

COD: 8860870496 Categoria:

Description

Partendo dalla convinzione che le ricerche diacroniche di incidenza richiedano ormai strumenti di analisi e modalità percettive sensibili – oltre che alle occorrenze linguistiche – alla frattura introdotta dal moderno sul piano della fenomenologia, Anna Dolfi si interroga sulla natura e sui modi in cui si declina la modernità di Leopardi nel secolo che gli succede. La sua lettura unisce a un tracciato per campioni del leopardismo novecentesco lo studio sub specie leopardiana di alcuni autori e momenti esemplari (Ungaretti, Solmi, Montale, l’ermetismo, Zanzotto, l’ultima poesia…), attenda a mettere in luce la durata e variabilità di un dettato, quale quello leopardiano, destinato a intrecciarsi e a rivelare in ogni autore le teorie critiche e le scelte di personale poetica. La nuova sfida dell’intertestualità suggerita dalla trama suggestiva e complessa di questo libro, portando – oltre l’imitazione, l’allusione, il prelievo, lo stravolgimento – alla rilevazione di quanto è occultato nella scrittura (in una sorta di inconsapevole mise en abîme: il caso esemplare del Capitano di Ungaretti e del Sogno del prigioniero di Montale), fa insomma dello studio della memoria letteraria non solo un momento di storia della ricezione ma una modalità forte di ermeneutica del testo. _x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

8860870496

Autori

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

224

Autore

Dolfi, A.