Mary Shelley e l’Italia

16,50 14,03


Il viaggio, il Risorgimento, la questione femminile
Questo studio si propone di mostrare come per Mary Shelley il «bel paese» sia stato molto più che una terra pittoresca, ma un luogo dove tracciare il suo percorso individuale di emancipazione come donna e come artista.

Disponibile

NameRangeDiscount
Sonto 15% acquisto online1 - 515 %
COD: 9788860874375 Categoria:

Description

Tappa imprescindibile all’interno del Grand Tour, sacrario che custodiva le reliquie dei tempi antichi, terra del pittoresco resa immortale dalle tele di Salvator Rosa: questa era l’Italia per i numerosi turisti britannici che, a conclusione delle guerre napoleoniche, iniziarono a riversarsi nel «bel paese», desiderosi di godere degli incanti del paesaggio e della mitezza straordinaria del clima. Questo studio si propone di mostrare come, per una singolare viaggiatrice, Mary Shelley, l’Italia sia stata molto di più. Il contatto con la cultura, con i territori, con il popolo italiano, la consapevolezza dello stato di dolorosa oppressione vissuto dal paese, rappresentato, nell’iconografia tradizionale, da una figura femminile splendida e prostrata, le diedero modo di tracciare il suo percorso individuale di emancipazione come donna e come artista, attraverso una fioritura di opere, tra romanzi, saggi critici, racconti e persino un resoconto di viaggio, variamente articolati attorno al tema dell’Italia._x000D_
_x000D_

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

9788860874375

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

194 (ristampa 2012)

Autore

Marino, E.