Il cinema tra storia e filosofia

0,00


Sottotitolo:
Quali sono i rapporti tra il cinema e la storia e tra il cinema e la filosofia? È vero che alcuni film possono rendere intelligibili certi fenomeni storici in modo più creativo di un libro di storiografia?

Esaurito

COD: 887166616X Categoria:

Description

_x000D_
Quali sono i rapporti tra il cinema e la storia e tra il cinema e la filosofia? È vero che alcuni film possono rendere intelligibili certi fenomeni storici in modo più creativo di un libro di storiografia? In che senso un film può essere agente di storia? Esiste la possibilità di un pensiero per immagini, distinto da quello discorsivo? Qual è la relazione tra John Ford e il filosofo greco Epicuro, tra Alfred Hitchcock e Aristotele o tra Stanley Kubrick e Arthur Schopenhauer? Il libro cerca di rispondere a queste domande attraverso l’analisi di singole pellicole particolarmente significative di Ettore Scola, John Ford, Stanley Kramer, Alfred Hitchcock, Stanley Kubrick, Ridley Scott. Steven Spielberg, ecc., o di alcune categorie di film come i kolossal (da Ben-Hur al Gladiatore), i film di fantascienza (da Blade Runner ad A.I. Intelligenza Artificiale), e i cosiddetti Viet-movies (da Apocalypse Now a Full Metal Jacket). In una forma chiara e lineare, le opere prescelte sono commentate non tanto (o non solo) sotto il profilo estetico, ma prevalentemente dal punto di vista del loro contenuto storico e/o filosofico, in modo da evidenziare il contributo che il cinema può offrire al dibattito delle idee._x000D_
Sommario:Introduzione. 1. Elogio del cinema epico. 2. Il mondo nuovo. 3. Autunno Cheyenne. 4. I sentieri della gloria. 5. Vincitori e vinti. 6. Aristotele e Alfred Hitchcock. 7. Il cinema americano e la «sindrome del Vietnam». 8. Filosofia e cinema fantastico. 9. Stanley Kubrick «filosofo».

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

887166616X

Autori

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

226, con numerose ill.ni in b/n

Autore

Sani, A.