Cantimori e il libro mai edito

18,00 15,30


Sottotitolo: Il Movimento nazionalsocialista dal 1919 al 1933
Delio Cantimori, tra i maggiori intellettuali italiani del ’900, ha vissuto con entusiasmo giovanile e successiva lucida adesione, l’intera parabola dell’esperimento totalitaristico.

Esaurito

COD: 8860872081 Categoria:

Description

Delio Cantimori, tra i maggiori intellettuali italiani del ’900, ha vissuto con entusiasmo giovanile e successiva lucida adesione, l’intera parabola dell’esperimento totalitaristico. Fascista romagnolo, passionale, di tradizione mazziniana e repubblicana, poi marxista (iscritto al Pci dal 1948 al ’56), fu generazionalmente estraneo alla tradizione politico-culturale liberale.
Testimone, osservatore e decrittatore della magmatica cultura politica tedesca coeva, weimariana e hitleriana, ebbe l’incarico da Gioacchino Volpe, nel 1939 (prima del patto Molotov – Ribbentrop), di scrivere una storia del partito nazista che portò a termine nel 1942 col titolo di Il Movimento nazionalsocialista dal 1919 al 1933. Volume che tuttavia, dopo essere stato inviato alla redazione dell’Istituto di studi per la politica internazionale, a Milano, Cantimori non volle più pubblicare, e di cui si persero tracce e memoria.
Il testo, riscoperto frammentato presso due diversi archivi, viene ora presentato e assemblato con un fondamentale corredo documentario relativo alla committenza, alle fasi del lavoro, alle sopraggiunte perplessità e infine ai pretesti per impedirne la pubblicazione. Scritto da Cantimori mentre maturava o era già maturata la sua adesione al comunismo, il volume illustrava allusivamente le origini socialiste e rivoluzionarie del primo nazismo, liquidate alla fine di giugno del ’34 con “la notte dei lunghi coltelli”. Riproponendo, con l’utilizzazione di fonti difficili da procurarsi (spesso clandestine), quella che dunque era stata una lotta comune anche al bolscevismo contro il Trattato di Versailles, il capitalismo, la borghesia, l’individualismo liberale, il parlamentarismo. È un’analisi che sembra indicare autobiograficamente il proprio conseguenziale percorso politico: dalla delusione per la mancata rivoluzione fascista e nazionalsocialista, alla speranza nel completamento di quella bolscevica.

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

8860872081

Autori

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

156

Autore

Simoncelli, P.