Il delitto Gentile esecutori e mandanti

Novità, mistificazioni e luoghi comuni

16,8015,96


Novità, mistificazioni e luoghi comuni
Il caso Gentile studiato dall’occhio attento e appassionato di un esperto ricercatore. Un’indagine puntuale e rigorosa che, basandosi su documenti d’archivio e su fonti orali primarie – testimonianze di gappisti e partigiani…

Disponibile

COD: 8871668944 Categoria:

Description

Il caso Gentile studiato dall’occhio attento e appassionato di un esperto ricercatore. Un’indagine puntuale e rigorosa che, basandosi su documenti d’archivio e su fonti orali primarie – testimonianze di gappisti e partigiani, ricerche nelle nastroteche, negli archivi italiani e inglesi – ricostruisce importanti verità sull’uccisione del filosofo, screditando le ricorrenti illazioni e i tanti luoghi comuni consolidati intorno alla vicenda in oltre sessant’anni di storia. I risultati della ricerca condotta portano prove inedite che rivelano l’inconsistenza della pista fascista – basata su un solo e inaffidabile teste – e l’estraneità dei servizi segreti inglesi all’omicidio Gentile, per concludere che la scelta di assassinare il “filosofo della riconciliazione nazionale” venne presa a Firenze, con il ritorno in città del responsabile del PCI Giuseppe Rossi. Spariscono dal proscenio i grandi nomi, e appaiono figure “minori” rimaste finora in ombra, tra cui quelle di molti intellettuali del PCI fiorentino. L’unico mistero ancora irrisolto resta il “ricatto tedesco” di cui, poco prima della sua morte, fu probabilmente vittima il filosofo che, in cambio della liberazione del figlio Federico, detenuto con i militari italiani in Germania, fu costretto ad esporsi pericolosamente, mettendo a repentaglio la sua stessa vita.

Dettagli libro

Peso0.3 g
ISBN

8871668944

Numero della collana

49

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

344

Autore

Paoletti, P.