STUDI DANTESCHI

Diretti alloro inizio da Michele Barbi, poi da Mario Casella, Gianfranco Contini e Francesco Mazzoni, sono di fatto divenuti, cessato nel 1923 il «Bullettino della Società Dantesca Italiana», organo ufficiale della Società Dantesca Italiana che ne cura l’aspetto scientifico. Altre riviste dantesche, tutte utili e importanti, si sono aggiunte in Italia e all’estero a incrementare con diverse aperture di campo la fortuna di Dante ai tempi nostri, ma gli «Studi Danteschi» sono rimasti fedeli a quanto ebbe a scrivere nel 1920 Michele Barbi enunciando “i nostri propositi": apertura a qualsivoglia scuola, purché conduca all’accertamento di fatti e contribuisca con le proprie indagini a provare una verità; approfondimento dello studio della cultura medievale e, di riflesso, del pensiero dantesco e della cultura che fu di Dante, muovendo dalle varie opere per giungere, storicizzando, alla globalità della Divina Commedia. Una rubrica espressamente dedicata alle Notizie della Società segnala anche eventi di carattere dantesco promossi da altri istituti, utile documentazione a illustrare termini e modi dell’odierno dantismo.

Direzione
Marcello Ciccuto
COMITATO DIRETTIVO
Gabriella Albanese, Paola Allegretti, Andrea Bozzi, Sonia Gentili, Giuseppe Ledda, Franco Suitner
COMITATO SCIENTIFICO
Simone Albonico, Zygmunr G. Baranski, J. Cachey, Sergio Cristaldi, Teresa De Robertis, Paolo Falzone, Simon A. Gilson, Martin Glessgen, Manuele Gragnolati, Philippe Guérin, Robert Hollander, Ruedi Imbach, Catherine Keen, Christopher Kleinhenz, Antonio Lanza, Ronald L. Martinez, Emilio Pasquini, Lino Pertile, Gianpaolo Salvi, John A. Scott, Karlheinz Stierle, H. Wayne Storey, Paolo Trovato, Winfried Wehle
REDAZIONE EDITORIAIJl
Paola Allegretti, Paolo Pontari

ABBONAMENTI 2019

Privati

CARTA
125,00/anno
CARTA+WEB
150,00/anno

Istituzioni

CARTA
155,00/anno
CARTA+WEB
180,00/anno