Il racconto della quarantena- lettera di F. Scott Fitzgerald dal sud della Francia

Il racconto della quarantena- lettera di F. Scott Fitzgerald dal sud della Francia

Gustave Bombòn, postino dell’Alta Provenza, ha trovato in uno giardino del villaggio di Montfuron una lettera firmato dallo scrittore americano Francis Scott Fitzgerald:

Cara Rosemary,

Ti ringrazio per la tua lettera,

Ieri era una giornata triste e lugubre, appesa come una cesta su un’unica stella opaca. All’esterno, mi accorgo di quella che potrebbe essere una raccolta di foglie cadute che si contorcono contro un bidone della spazzatura. Suona come il jazz alle orecchie. Le strade sono così vuote. Sembra che la maggior parte della città si sia ritirata nei loro alloggi, giustamente. In questo momento, sembra molto importante evitare tutti gli spazi pubblici. Perfino i bar come ho detto a Hemingway che mi ha dato un pugno nello stomaco, a cui ho chiesto se si fosse lavato le mani: non l’aveva fatto. È molto più negligente quello. Considera il virus come un’influenza. Sono curioso delle sue fonti.
I funzionari ci hanno allertato di assicurarci di avere un mese di necessità. Zelda e io abbiamo fatto scorta di vino rosso, whisky, rum, vermouth, assenzio, vino bianco, sherry, gin e lord, se ne abbiamo bisogno, brandy. Per favore, prega per noi.
Dovresti vedere la piazza, oh, è terribile. Piango per le dannate eventualità che questo futuro porterà. I lunghi pomeriggi si spostano lentamente in avanti sul bicchiere di whisky sempre liscio senza fondo. Zelda dice che non è una scusa per bere, ma non riesco proprio a stabilizzare la mia mano. In lontananza, dal mio posatoio meditabondo, il litorale è ammantato in una foschia opaca da cui riesco a discernere una penitenza incessante che è arrivata in questo modo per molto, molto tempo. Eppure, tra le nuvole incrinate di una serata, mi concentro su una singola tensione di luce, chiamandomi a credere in un domani migliore.
Fedelmente tuo,
F. Scott Fitzgerald

di Nick Fariella tratto dalla rivista Mcsweeney’s
Scritto di fantasia non realmente attribuibile a Fitzgerald.

 

 

   ( Francis Scott e Zelda Fitzgerald)

l'arte di essere Rivista

28 Marzo 2020

A come Arbasino- Breve Ritratto di un Cronista di Mondo

28 Marzo 2020