Ormeggi
  2 risultati


Il proposito che ha animato l’iniziativa di dare alle stampe una collana di classici, intitolata Ormeggi è stato quello di fornire dei punti di appoggio e di presa a una popolazione di lettori così composita e complessa. Nonostante oggi si ingrossi sempre di più il numero dei libri pubblicati e allo stesso tempo diminuiscano i lettori, si manifesta un bisogno crescente di avere dei punti di rifornimento per coloro che si affacciano alla lettura o per coloro che cercano di rimettere ordine e avere dei punti fermi su cui sorreggersi. In opposizione alla sterminata produzione editoriale, e al magma di informazioni che si deposita ogni giorno su strumenti digitali, il valore dei grandi classici della letteratura tende a rimanere invariato con il tempo. Così abbiamo deciso di rimettere in circolazione e ridare vita a delle edizioni che hanno contribuito a formare generazioni di lettori perché curate da traduttori che le hanno rese dei classici del Novecento. I libri sono ripresentati con una nuova veste grafica cosicché ogni edizione possa essere sciolta, riconoscibile singolarmente, e al contempo possa legarsi e costituire una collezione da custodire e tramandare. Un naturale punto d’approdo quindi per chi ha continuato a cercare queste edizioni, per coloro i quali vi si sono formati e per i lettori più giovani, studiosi e appassionati a cui questa iniziativa è rivolta.

La longevità di queste opere è legata al valore delle loro traduzioni e questi libri si sono mantenuti nel tempo grazia alla curatela che le ha rese volumi unici, con una storia che si incrocia con il Novecento e le case editrici Sansoni e Le Lettere. Traduttori come Carlo Izzo, Manara Valgimigli, Leone Traverso e Oreste Macri si sono impegnati per la diffusione di autori come Edgar Allan Poe, Saffo, Rainier Maria Rilke, Antonio Machado e molti altri, dando vita a edizioni classiche e iconiche che desideriamo possano rivivere in una collana di titoli tutti da riscoprire e a cui tornare. Gli Ormeggi rispondono a quell’urgenza di allargare l’universo letterario e di renderlo più agevole da esplorare e alla portata di tutti. Così, immaginando i lettori come dei naviganti, ci siamo lasciati ispirare da questa parola perché fa riferimento all’insieme di quelle buone pratiche che si effettuano per assicurare un’imbarcazione a un punto di solida presa. La volontà è che queste edizioni rappresentino un luogo di appoggio temporaneo che permetta al lettore di attraccare in un continente letterario illustre, rinfrancarsi dal viaggio e sentirsi pronto per nuovi e altrettanto nobili lidi.