Carteggio Gentile-Casati

30,0028,50



Il carteggio fra Giovanni Gentile e Alessandro Casati si apre nel febbraio 1914, a pochi mesi dalla polemica di Benedetto Croce sulla «Voce» contro l’attualismo gentiliano, e si interrompe bruscamente, alla fine del 1925, in seguito alla rottura del sodal

Disponibile

COD: 9788893660150 Categoria:

Description

Il carteggio fra Giovanni Gentile e Alessandro Casati si apre nel febbraio 1914, a pochi mesi dalla polemica di Benedetto Croce sulla «Voce» contro l’attualismo gentiliano, e si interrompe bruscamente, alla fine del 1925, in seguito alla rottura del sodalizio fra Croce e Gentile. L’amicizia nasce dalla comune vicinanza al filosofo napoletano, ma si trasforma in collaborazione intellettuale e politica nella complessa attuazione della riforma scolastica gentiliana. L’introduzione del curatore ne ripercorre le vicende fino alla successione di Casati a Gentile come ministro della Pubblica Istruzione dopo il delitto Matteotti. Le dimissioni dal governo Mussolini, all’indomani del 3 gennaio 1925, e il ritiro dall’Enciclopedia Italiana segnano la fine del loro rapporto: nei decenni successivi Casati sarebbe rimasto il più stretto confidente di Croce nel mondo del liberalismo antifascista.

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

9788893660150

Numero della collana

15

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

302

Autore

Gentile, G.