Multinazionali farmaceutiche e diritti umani

Argomenti di filosofia politica

18,5017,58


Argomenti di filosofia politica
Questo libro esplora la possibilità di riflettere da un punto di vista filosofico sulle multinazionali farmaceutiche e sul nesso tra esse e i diritti umani.

Disponibile

COD: 9788860875389 Categoria:

Description

Questo libro esplora la possibilità di riflettere da un punto di vista filosofico sulle multinazionali farmaceutiche e sul nesso tra esse e i diritti umani. Si tratta di un esperimento filosofico-politico attraverso il quale si vuole dimostrare l’esistenza di una esigenza universale alla salute che permetta di oltrepassare la dicotomia della tradizione liberale tra relativismo e universalismo dei diritti umani. Tale esigenza si manifesta come un prius logico che fa sì di considerarla il diritto umano per eccellenza, piuttosto che il classico diritto sociale. Tuttavia, tale diritto è ostacolato e reso difficile dalle logiche economico-politiche delle Big Pharma che riducono il bene del farmaco a un puro prodotto commerciale. In Occidente, ciò si manifesta nel circolo vizioso che si instaura tra pazienti, medici e case farmaceutiche alimentato e voluto da tutti e tre gli attori. In mancanza di una trattazione filosofica sistematica sull’argomento, le fonti qui consultate sono caratterizzate dall’apertura verso una varietà di ambiti disciplinari che sono stati ricondotti, tuttavia, ad una unità filosofica: medici, giornalisti scientifici, filosofi, sociologi, economisti, giuristi, psicologi, attivisti, ex dirigenti di note case farmaceutiche._x000D_
_x000D_

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

9788860875389

Numero della collana

114

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

180

Autore

Russo, P.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile