Da un luogo alto

Su Leopardi e il leopardismo

19,0018,05


Su Leopardi e il leopardismo
Il poeta lirico nel momento dell’ispirazione, così come il filosofo all’apice della sua riflessione, «guarda le cose come da un luogo alto e superiore a quello in che la mente degli uomini suole ordinariamente consistere», si legge nello “Zibaldone”.

Disponibile

COD: 9788860878632 Categoria:

Description

Il poeta lirico nel momento dell’ispirazione, così come il filosofo all’apice della sua riflessione, «guarda le cose come da un luogo alto e superiore a quello in che la mente degli uomini suole ordinariamente consistere», si legge nello Zibaldone. E l’opera leopardiana appare tutt’oggi il frutto di uno sguardo dall’alto, di un’insuperata lungimiranza poetica e filosofica. Questo libro risale all’origine del pensiero poetante leopardiano analizzando l’intrinseco rapporto tra poesia e ispirazione, essenziale per comprendere sia le riflessioni di Leopardi sul teatro antico, sia il significato autentico del titolo Operette morali. Il libro si sofferma inoltre sul diarismo esistenziale dello Zibaldone; sull’immagine dell’Italia nei Paralipomeni; sulle sorprendenti (e trascurate) analogie tra Emerson e Leopardi; e su due autori decisivi, benché in parte rimossi, del nostro Novecento – Papini e Rensi -, che dimostrarono una precoce attenzione verso Leopardi non solo come poeta, ma anche come pensatore.

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

9788860878632

Numero della collana

83

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

214 (ristampa 2015)

Autore

Bruni, R.