La Toscana e l’educazione

Dal Settecento a oggi: tra identità regionale e laboratorio nazionale

38,5036,58


Dal Settecento a oggi: tra identità regionale e laboratorio nazionale

Disponibile

COD: 8871664140 Categoria:

Description

«Che le regioni costituiscano un problema per la storiografia italiana è una certezza emersa da tempo nella riflessione storiografica, in particolare dal secondo dopoguerra, quando l’Italia Unita fu sottoposta a revisione e riletta al di fuori di ogni mito nazionalistico, riscoprendo – si pensi al neorealismo – la sua identità regionale come identità più profonda. Ma, forse, è stato dagli anni Settanta, quando le regioni si realizzarono secondo il dettato costituzionale, che il dibattito in merito si è sviluppato e ha preso quota. Anche in campo storiografico oltre che giuridico e amministrativo, attivando una ripresa di attenzione rispetto alla storia locale, alle sue forme, alle sue istituzioni, alle sue caratterizzazioni per aree anche subregionali, nel tentativo di dare una mappa sia più realistica dell’Italia sia meno uniforme, meno di maniera pertanto […].Un campo fino ad oggi – purtroppo – trascurato è stato quello delle pedagogie e dei modelli educativi a cui le regioni mettono capo. Se l’economia, le mentalità, le tradizioni letterarie o scientifiche o religiose, etc. sono stati aspetti studiati in chiave regionale, e non da oggi, molto meno è avvenuto, questo tipo di lavoro, per l’educazione e la pedagogia, a parte il momento dell’istruzione e della scuola che hanno trovato già dal Sette-Ottocento cultori significativi di tali indagini, svolte però secondo un’ottica erudita e secondo un presupposto spesso localistico, quindi poco utili ad un’indagine critica degli apporti regionali dell’Italia (o viceversa a un’Italia incarnata nelle sue regioni) che deve raccordare insieme il locale e l’unitario, in una dialettica sottile e complessa, che tenga conto dei due processi ad un tempo […].Questo volume ripercorre gli ultimi tre secoli nella pedagogia/educazione in Toscana permettendo di rileggerne, in particolare, la fenomenologia, la centralità culturale, l’articolazione tematica e diacronica, in breve la ricchezza, e l’ottica-di-nazionalità che, sempre, l’attraversa e la connota. La Toscana sa di essere Italia, e un po’ un fuoco dell’Italia, del suo patrimonio genetico e della sua tradizione. Ma sa anche di essere la regione-nazione Toscana, che guarda da pari a pari oltre le Alpi, all’Europa e può, se mai, educarla. Proprio per questo status particolare della Toscana (insieme Regione, Italia e Europa; genesi del moderno e luogo di una sua perdita/recupero; area, insieme, avanzata e arretrata, a lungo, molto a lungo; etc.) lo studio del suo patrimonio educativo e pedagogico appare oggi, che regione-nazione Europa sono temi strettamente intrecciati (e problematici), particolarmente importante e urgente: per i temi che affronta, per i compiti che addita». dalla Prefazione.

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

8871664140

Autori

Numero della collana

39

Categoria

Collana

Recensioni

Nessuna recensione disponibile