Pagine di un lungo diario

32,0030,40



Questo libro raccoglie il diario del germanista e scrittore Giuseppe Bevilacqua, redatto tra il 1966 e il 2009.

Disponibile

COD: 9788860879011 Categoria:

Description

Introduzione di Maria FancelliQuesto libro raccoglie il diario del germanista e scrittore Giuseppe Bevilacqua, redatto tra il 1966 e il 2009; ma non è propriamente il diario di un germanista, perché anche se di poeti e di grandi scrittori tedeschi si parla a più riprese (Celan, Bachmann, Rilke ed altri) e sullo sfondo ci sono diversi episodi di vita accademica, queste memorie raccontano prevalentemente storie di vita vissuta lungo l’arco di quasi un cinquantennio. Sono in gran parte resoconti di viaggio in Europa e fuori, ricordi di fatti pubblici e di fatti privati, letture e incontri, passioni e patimenti, luoghi dell’anima e luoghi del caso, giudizi e congedi. Esperienze che attraversano decenni della storia italiana ed europea del Novecento e si estendono con progressivo distacco fino agli inizi del ventunesimo secolo.Naturale che vi siano salti cronologici e disuguaglianze formali; ma a legare queste memorie è il gusto e la capacità di racconto dell’autore che ha già pubblicato versi, piccole prose e due romanzi (Villa Gradenigo, Einaudi, 2011; L’alzata di Meissen, Mondadori 2014); e che in queste pagine conferma pienamente la sua attitudine a dare forma narrativa a eventi minimi come a più complesse e disparate esperienze di vita, che poi trovano una forma di unità nello sguardo dell’osservatore. Come si conviene a un diario, in queste pagine prende progressivamente corpo anche una sorta di autoritratto, ora riflesso nelle persone conosciute e negli eventi vissuti, ora centrato su sé, su una passione per la scrittura sempre esercitata e sempre differita, e su una vasta trama di affetti familiari e di dominanti figure femminili. Un autoritratto sorprendente per l’autonomia e la imprevedibilità di giudizi.Tra le sorprese di questo diario la maggiore riguarda senz’altro la lunga serie di incontri con opere più o meno grandi della pittura e dell’arte europea che qui vengono descritte; opere che l’autore guarda e riguarda, indaga con occhio estraniante e curioso, come inseguendo la vita che in quelle opere è nascosta e soprattutto inseguendo la mano dell’artista, il gesto d’inizio, il mistero e il miracolo dell’atto creativo.

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

9788860879011

Numero della collana

57

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

386

Autore

Bevilacqua, G.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile