Un re afghano in esilio a Roma

Amanullah e l’Afghanistan nella politica estera italiana 1919-1943

16,0015,20


Amanullah e l’Afghanistan nella politica estera italiana 1919-1943
Per molti anni visse in esilio a Roma un importante sovrano afghano, Amanullah, che aveva combattuto vittoriosamente contro i Britannici nel 1919 e che aveva cercato di avviare un coraggioso programma di riforme politiche e sociali per il proprio popolo.

Disponibile

COD: 9788860876010 Categoria:

Description

Per molti anni visse in esilio a Roma un importante sovrano afghano, Ama ah, che aveva combattuto vittoriosamente contro i Britannici nel 1919 e che aveva cercato di avviare un coraggioso programma di riforme politiche e sociali per il proprio popolo. Fra il 1929 e gli anni della seconda guerra mondiale Roma divenne il luogo da cui Ama ah cercò di orchestrare svariati intrighi e macchinazioni per riconquistare il trono perduto. Questo libro, fondato su documentazione diplomatica in gran parte inedita, da una parte è un tentativo di comprendere come i diplomatici italiani di stanza a Kabul, fra i quali spicca Pietro Quaroni, percepissero e interpretassero la società afghana e i suoi problemi; dall’altra è una ricostruzione delle relazioni italo-afghane all’interno del quadro generale della politica italiana verso il Medio Oriente e l’Asia centrale negli anni fra le due guerre mondiali._x000D_
_x000D_

Dettagli libro

Peso 0.3 g
ISBN

9788860876010

Numero della collana

56

Categoria

Collana

Anno Pubblicazione

Pagine

148, con illustrazioni b/n

Autore

Monzali, L.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile