L. Fanizza

Emilio Betti

Continuità e imperium nella storia costituzionale romana

Collana: Bibliotheca, 44
2007, 152 pp.
Temi: Diritto ed Economia
ISBN: 9788860870889

Edizione cartacea

  • Brossura € 28,00  € 26,60

    Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Sinossi

Un tema di grande importanza nella storia costituzionale romana. La crisi della repubblica, in questo libro, è connessa alle dinamiche delle istituzioni giuridiche che ne interpretarono i cambiamenti formalizzandoli. L'occasione viene dal ritrovamento, in un faldone della Biblioteca Apostolica Vaticana, di un inedito di Emilio Betti dedicato all'imperium magistratuale e alle sue trasformazioni. Un lavoro importante, nonostante risalga agli anni della formazione del giovane studioso, proprio perché imposta lo schema di approfondimento del profilo giurisdizionale sull'idea conduttrice dei saggi che compongono la tesi di laurea; quella cioè dell'«elasticità» della nozione di imperium, in quanto carattere originario della storia costituzionale romana e segno della sua permanenza nonostante i cambiamenti politici.

Autore

Lucia Fanizza insegna Diritto Romano nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari. I suoi studi riguardano la storia delle istituzioni giuridiche antiche, quelle romane in particolare. Tra le sue pubblicazioni: Giuristi crimini leggi nell’età degli Antonimi (Napoli, 1982), L’amministrazione della giustizia nel principato (Roma, 1999), Senato e società politica tra Augusto e Traiano (Roma-Bari 2001), Autorità e diritto. L’esempio di Augusto (Roma. 2004). In questa collana, Emilio Betti. Continuità e imperium nella storia costituzionale romana (Firenze 2007).