F. Billiani

Culture nazionali e narrazioni straniere

Italia, 1903-1943

Collana: Saggi, 65
2007, 380 pp.
Temi: Letteratura - studi e testi
ISBN: 9788860870919

Edizione cartacea

  • Brossura € 32,00

    Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Sinossi

Attraverso il filtro interpretativo delle traduzioni, questo libro ricostruisce e ripensa ai rapporti fra la cultura italiana e le culture straniere, partendo dalle esperienze avanguardistiche d’inizio secolo, in particolare della Voce, fino alla caduta del fascismo. L’analisi segue i percorsi tematici e narrativi disegnati da quegli editori, traduttori e scrittori che diedero forma ad un sì tale e complesso universo discorsivo. Non sono solo Pavese, Vittorini, Mondadori, Einaudi e Bompiani a popolare questo panorama, ma anche uno stuolo di editori ed intellettuali meno in vista i quali s’impegnarono con altrettanto vigore in una battaglia culturale sottile – dalle molte facce e facciate –, che consentì all’Italia di non rimanere isolata e periferica rispetto alle coeve esperienze europee ed americane, e altresì di generare dal suo interno quei modelli estetici e narrativi che le avrebbero permesso di oltrepassare i limiti imposti dal regime. Specialmente negli anni Venti e Trenta, infatti, la considerevole pubblicazione di traduzioni di narrativa straniera sollevò non poche voci polemiche che ne sottolinearono la possibile influenza, positiva e negativa, sul carattere letterario nazionale, senza riuscire a minarne la seppur controversa popolarità. In cinque capitoli dedicati ad altrettante esperienze editoriali impegnate nella diffusione delle “sovversive” traduzioni, pertanto questo studio svela e attraversa la gamma dei camaleontici travestimenti che le culture italiane furono in grado di assumere per rimanere a contatto con lo straniero.

Autore

Francesca Billiani insegna Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e Teoria della Traduzione presso il dipartimento di Italianistica e il Centro per Traduzioni e Studi Interculturali (CTIS) dell’Università di Manchester. Si interessa in particolare di letteratura, storia delle idee, e politiche culturali. Tra le sue pubblicazioni più recenti Modes of Censorship and Translation. National Contexts and Diverse Media (2007) e The Italian Gothic and Fantastic. Encounters and Rewritings of Literary Traditions (2007).