M. Bàino

L'uomo avanzato

Collana: Fuori Formato, 14
2008, 144, con illustrazioni e foto in b/n pp.
Temi: Letteratura - narrativa
ISBN: 9788860871466

Edizione cartacea

  • Brossura € 19,00  € 18,05

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Postfazione di Remo CeseraniIllustrazioni di Gianfranco De Angelis Diversamente da Robinson Crusoe, il naufrago di Mariano Bàino non incontra proprio nessuno. È avanzato perché il suo orizzonte non può essere oltrepassato; ma anche perché il mondo non sente in alcun modo la sua mancanza. L’isola «al centro del a» resta deserta: refrattaria alle sue sempre meno appassionate ricerche. Contrappasso del passato ruolo di designer: specializzato nel progettare aeroporti e show-rooms, ha incontrato il non-luogo definitivo, lo spazio senza qualità dove è semplicemente inimmaginabile quella cosa che si chiama società. A chi vi si trova resta solo la possibilità di osservare. Come un nuovo signor Palomar, il naufrago resta solo con le proprie percezioni e il ruminìo del proprio monologare. Con questo suo esordio narrativo uno dei nostri poeti più brillanti con una metafora antica ci dice cose nuove: che noi osservatori delusi di un mondo in disfacimento, portatori riluttanti di valori in liquidazione, non possiamo far altro che riconoscere.

fuoriformatoCollana di testi italiani contemporanei diretta da Andrea Cortellessa

Autore

Mariano Bàino è nato a Napoli nel 1953. Suoi versi e contributi critici sono apparsi su numerose riviste e quotidiani («Avanguardia», «Baldus», «Diverse Lingue», «Linea d’ombra», «il verri», «Diario della settimana», «Il Mattino») e sono presenti in diverse antologie. Fra i suoi libri di poesia: Camera iperbarica (1983), Fax giallo (1993; 2001), Pinocchio (moviole) (2000), Amarellimerick (2003). Ha tradotto poesie di Góngora, Fersen, Frenaud, Lely. L’uomo avanzato è il suo primo romanzo.