Nixon, Kissinger e il Medio Oriente

(1969-1973)

Collana: Biblioteca di Nuova Storia Contemporanea, 48
2010, 520 pp.
Temi: Storia
ISBN: 9788860873835

Edizione cartacea

  • Brossura € 38,00  € 36,10

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

A cura di Antonio Donno e Giuliana IurlanoFrutto di una ricerca collegiale, coordinata da Antonio Donno e Giuliana Iurlano, Nixon, Kissinger e il Medio Oriente (1969-1973) offre al lettore ed agli studiosi di relazioni internazionali, e non solo, un quadro completo, fondato su una vastissima gamma di fonti archivistiche, della politica della prima Amministrazione Nixon verso la questione mediorientale, intesa non soltanto nei termini del conflitto arabo-israeliano. Avvalendosi del formidabile contributo di Henry Kissinger, Nixon e la sua Amministrazione svilupparono un’azione tesa a preservare le posizioni acquisite nella regione dagli Stati Uniti grazie alla schiacciante vittoria di Israele nella Guerra dei Sei Giorni ed agli sviluppi successivi che si concretizzarono nel passaggio dell’Egitto di Sadat dalla sfera sovietica a quella americana e che portarono più avanti alla trattato di pace tra Egitto ed Israele. L’egemonia di Washington nella regione, a spese dell’Unione Sovietica, sancirà il ruolo preminente che gli Stati Uniti assumeranno nei decenni successivi in un’area di vitale interesse strategico ed economico.