M. Werefkin

Viaggio in Italia

Collana: Atelier, 16
2011, 86, con illustrazioni b/n (ristampa2012) pp.
Temi: Arte e Architettura
ISBN: 9788860874528

Edizione cartacea

  • Brossura € 14,00  € 13,30

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Pubblicare in italiano il Viaggio in Italia di Marianne Werefkin è occasione preziosa per aggiungere ulteriori aspetti, dall’accento poetico e letterario, alla ricerca su questa artista che la critica solo negli ultimi vent’anni ha saputo rivalutare in modo scientifico, individuando il suo ruolo pionieristico come antesignana di una nuova concezione artistica, al servizio della visione soggettiva dell’artista creatore e fautore di senso, di cambiamento e di progresso storico. Figura chiave, a livello teorico e pittorico, per la nascita nel 1909 della “Nuova associazione degli artisti di Monaco” e di conseguenza del “Blaue Reiter” (1910), Marianne Werefkin è tra le prime che, unendo passione per la pittura a un impegno attivo e partecipato nella costruzione di circoli artistici, ha dato fondamento a un’arte dell’emozione, attraverso l’elaborazione sia teorica che pittorica di un nuovo linguaggio artistico, basato su una sintassi antimimetica della realtà, alla base dunque della moderna arte astratta.

Autore

Marianne Werefkin nasce a Tula in Russia nel 1860 da una famigli di nobili origini. Rivela una predisposizione verso la pittura, il disegno, accanto a un’aperta, vasta coscienza culturale. Può essere menzionato significativamente il trasferimento nel 1896 a Monaco in un fervido giro di relazioni (con Kandinskij, Klee). Dopo un soggiorno a Zurigo, si stabilisce nel 1918 ad Ascona in Svizzera sul lago Maggiore. La sua vita è segnata dolorosamente dall’abbandono da parte di Jawlenskij, compagno di vita e di arte (che sposa la cameriera che era stata assunta da Marianne). Marianne Werefkin compie il viaggio in Italia nel 1925. Muore nel 1938 ad Ascona nel ricordo e nell’affetto del borgo.