G. Marcenaro

Bistecca alla Maroncelli

Collana: Il Salotto di Clio, 31
2011, 98 pp.
Temi: Storia
ISBN: 9788860874955

Edizione cartacea

  • Brossura € 9,00  € 8,55

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Fuori da ogni possibile retorica, la raccolta di testi di Giuseppe Marcenaro, evoca alcuni episodi dell’epica unitaria italiana con distaccata ironia. Questo perché, ancor prima delle gesta eroiche e clamorose dei grandi personaggi del pensiero e dell’azione di cui il Risorgimento si gloria, esiste l’uomo con le sue debolezze, le bizze, le miserie e soprattutto la sua sublime follia. Raccolta di “stranezze”, reali e psicologiche, questo piccolo libro segue idealmente gli anni del Risorgimento attraverso la radiografia di accadimenti in apparenza marginali; e mette a fuoco le contraddizioni di personaggi che hanno contribuito a costruire un paese che oggi si chiama Italia. È un’Italia nel suo farsi con storie palesi e sotterranee: le Cinque Giornate viste dalla parte dell’Austria, le eroiche “gesta” del generale Ramorino; Mazzini esiliato che scrive alla madre celandosi dietro allo pseudonimo di Emilia; il garibaldino che finì trombettiere agli ordini del generale Custer e fu l’unico superstite della battaglia di Little Big Horn… e poi il destino di un mozzicone di sigaro fumato da Garibaldi, le imprevedibili gesta dell’ultima regina di Napoli.

Autore

Tra i libri di Giuseppe Marcenaro si ricordano: Un’amica di Montale: vita di Lucia Rodocanachi, 1991; La nuit de Gênes di Paul Valéry, 1994; Vita di Eugenio Montale, 1999; Fotografia come letteratura, 2004; Carte inquiete, 2005; Stendhal: autobiografia del signor me stesso, 2007; Cimiteri. Storie di rimpianti e follie, 2008; Ammirabili & freaks, 2010; Libri. Storie di passioni, manie e infamie, 2010.