Sinossi

Prefazione di Antonio Invernizzimm. 245x3353 volumi rilegatipp. 880 di testo + 750 tavole in b/n per un totale di circa 8.000 immagini8 tavole a coloriIl lavoro, articolato in tre volumi, raccoglie circa 11.000 terrecotte figurate portate alla luce durante gli scavi che nel secolo scorso hanno interessato il sito di Seleucia al Tigri. La presentazione organica di un corpus così vasto, cresciuto negli anni grazie all’impegno di due grandi missioni archeologiche – quella americana della University of Michigan e quella italiana del Centro Scavi di Torino – permette di apprezzare appieno lo straordinario potenziale informativo del materiale in esame. Le terrecotte figurate rappresentano infatti il riflesso materiale della complessa realtà culturale e artistica di Seleucia, nata dall’incontro e dal dialogo fra le componenti greca, mesopotamica e iranica. I caratteri generali della produzione fittile seleucena sono analizzati nella parte introduttiva – in italiano e in inglese – che affronta le tematiche relative a caratteristiche di produzione, iconografia, stile, cronologia, funzione e significato delle figurine. Il catalogo, organizzato su base tipologica, è suddiviso in quattro sezioni sulla base delle aree di rinvenimento ed è corredato da un’ampissima documentazione fotografica che illustra oltre due terzi degli esemplari presentati nel testo. * * * The work, in three volumes, collects around 11,000 terracotta figurines that were brought to light throughout the last century at Seleucia on the Tigris. Such a large corpus grew with time thanks to the efforts of two archaeological expeditions, the American mission of the University of Michigan and the Italian mission of the Centro Scavi di Torino. Its comprehensive presentation allows us to fully appreciate the rich informative potential of the Seleucian figurines, born from the encounter and the exchange between Greek, Mesopotamian and Iranian culture. The book opens with an overview – both in Italian and in English – on the characteristics of the coroplastic production from Seleucia: techniques of manufacturing, iconography, style, chronology, function and meaning of the figurines are taken into consideration. The catalogue that follows is organized on a typological basis and is divided into four sections according to the finding areas of the figurines. The abundant photographic documentation illustrates over two third of the published materials.

Autore

Roberta Menegazzi è dottore di ricerca in Archeologia e Storia dell’arte del Vicino Oriente antico. È membro della Missione Archeologica Italiana in Turkmenistan e membro del comitato di redazione della rivista scientifica Mesopotamia. Dal 2000 collabora con il Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l’Asia, per il quale ha partecipato a campagne di schedatura e studio di materiali archeologici in Iraq e in Giordania.Roberta Menegazzi is doctor in Near-Eastern Archaeology. She is member of the Italian Archaeological Expedition in Old Nisa (Turkmenistan) and member of the editorial board of the journal Mesopotamia. Since 2000 she has been working with the Centro Ricerche Archeologiche e Scavi per il Medio Oriente e l’Asia, also taking part in campaigns for the recording of archaeological materials in Iraq and Jordan.