L. Sozzi

Perché amo la musica

Ricordi, riflessioni, emozioni

Collana: Saggi, 118
2012, 148 pp.
Temi: Musica e Spettacolo
ISBN: 9788860875631

Edizione cartacea

  • Brossura € 15,00  € 14,25

    Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Sinossi

Si ama la musica per il piacere, magari epidermico, che dà all'orecchio l'ascolto, per il timbro degli strumenti e delle voci, oppure per la stupefacente armonia con cui le note si susseguono, si combinano, concordano, oppure ancora perché la musica sembra esser dotata di un sottinteso metafisico, rinviare a un assoluto, all'armonia delle sfere di cui parlava Pitagora. Di tutto ciò è traccia in questo libro, ma l'Autore ha inteso partire da altre motivazioni e, in particolare, dalla consapevolezza del nesso inscindibile che lega musica, vita e memoria. Le vicende esistenziali, i tempi e i luoghi, gli studi compiuti e gli affetti sono come segnati, in queste pagine affidate al ricordo, da un sottofondo musicale, una colonna sonora sembra averli sempre accompagnati. La musica amata ritorna e vive in noi perché legata al passato, ma la memoria, a sua volta, acquista smalto e verità proprio perché la musica (una certa sonata, un'aria d'opera, anche il più semplice dei canti e dei motivi) ne ha come trasposto il possibile significato, lo ha come esaltato a livelli misteriosi e sublimi.

Autore

Lionello Sozzi, professore emerito dell'Università di Torino, è socio nazionale dell'Accademia dei Lincei, membro dell'Accademia delle Scienze di Torino, direttore della rivista «Studi Francesi», presidente della Fondazione Sapegno. Tra le sue pubblicazioni recenti: Da Metastasio a Leopardi, Vivere nel presente, Il paese delle chimere, Gli spazi dell'anima, Amore e Psiche. Ha curato edizioni di Rabelais, Des Périers, La Fontaine, Racime, Marivaux, Rousseau, Hugo, Michelet, Maupassant, Gracq.