Luigi Nieddu

L'ombra di Mosca sulla tomba di Gramsci

e il Quaderno della Quisisana

Collana: Biblioteca di Nuova Storia Contemporanea, 63
2014, 228, con illustrazioni b/n pp.
Temi: Storia
ISBN: 9788860876980

Edizione cartacea

  • Brossura € 18,00  € 17,10

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Attorno alla morte di Gramsci aleggia l’ombra del mistero. Ci sono molti fatti incomprensibili a cominciare dalle foto della salma distesa sul letto di morte, una edita nel 1965; un’altra della stessa sospesa nel vuoto, esposta fino al 2007; quella attualmente in teca nella Casa Museo di Ghilarza, indecifrabile per ripetute manipolazioni, ma tutte senza gambe; le ciocche di capelli crespi e brizzolati scomparse assieme a chiodi anneriti della casa... Attorno al cadavere di Gramsci un girotondo di spie e di spioni spiati, di agenti segreti vestiti dei panni di commissari di polizia o di guardie cimiteriali. Luigi Nieddu, in un racconto avvincente, cerca la chiave per spiegare questi misteri, ma al tempo stesso ricostruisce la parabola dell’intera vita di Gramsci e del suo impegno nell’Internazionale Comunista chiarendo i suoi veri rapporti con Togliatti. Un testo importante e anticonformista che smonta la vulgata storiografica sull’esponente comunista e che è destinato a suscitare polemiche.

Autore

Luigi Nieddu (1924) è uno dei maggiori conoscitori di Gramsci del quale si è occupato fin dagli anni Cinquanta. È autore di numerosi saggi sul socialismo, sul movimento degli ex combattenti, sulle origini del fascismo in Sardegna e sull’ordinamento autonomistico oltre che, naturalmente, su Gramsci.