Marco Marchi

Federigo Tozzi. Ipotesi e documenti

Collana: Saggi, 146
2015, 156 pp.
Temi: Letteratura - studi e testi
ISBN: 9788860878823

Edizione cartacea

  • Brossura € 19,00  € 18,05

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello

Edizione digitale

Sinossi

Studioso accreditato ed internazionalmente noto dell’opera di Federigo Tozzi, Marco Marchi ripropone in questo libro i suoi saggi più antichi sull’opera del grande narratore senese: studi molto originali e allora pionieristici, frutto di una convinta attenzione rivolta a uno scrittore subito valutato di primissimo piano, che non poco hanno contribuito alla riscoperta in chiave moderna di Tozzi e a una sua attendibile definizione nel quadro del primo Novecento italiano. L’elemento unificante di questa innovativa, appassionata e appassionante interpretazione critica in progress dello scrittore – tra «ipotesi» criticamente avanzate e «documenti» che quelle ipotesi sostengono e ineccepibilmente autorizzano – è costituito dalla insospettata e invece enucleata, verificata e costantemente valorizzata presenza nell’officina di Tozzi della cultura: un Tozzi «scrittore di cultura», appunto, non etichettabile ed in sostanza emarginabile come scrittore «geniale» o «di razza», e al contrario, alla prova dei fatti, da ascrivere a pieno titolo a quel fervido quadro storiografico di cui l’autore è stato parte. È in questa prospettiva che lo stupefacente dono della scrittura di Tozzi compiutamente si rivela, facendo di lui una figura di alto profilo della letteratura italiana del primo Novecento e del Novecento tout court, al fianco di narratori di respiro europeo come Italo Svevo e Luigi Pirandello.

Autore

Marco Marchi insegna Letteratura italiana moderna e contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze. Ha curato per Mondadori il «Meridiano» delle Opere di Tozzi (1987). Tra le sue pubblicazioni presso Le Lettere: Sondaggi novecenteschi. Da Svevo a Pasolini (1994), Palazzeschi e altri sondaggi (1996), Vita scritta di Federigo Tozzi (1997), Vita scritta di Italo Svevo (1998), D’Annunzio a Firenze e altri studi (2000), Novecento. Nuovi sondaggi (2004), Immagine di Tozzi (2007), Altro Novecento (2009), Stagioni di Tozzi (2010), Per Luzi (2012), Per Palazzeschi (2013), Per Pasolini (2014). Ha curato inoltre per Le Lettere, di Tozzi, l’antologia cateriniana Le cose più belle (1996), il volume di studi collettaneo Il rabdomante consapevole (2000), Novale (2007), Bestie (2011), Con gli occhi chiusi (2012), Il podere (2014) e Venti novelle (2015).