Sinossi

Mal d’America affronta il tema della Great Migration considerandolo dalla prospettiva delle donne, di qua e di là dell’oceano. Si indaga dapprima l’esodo nell’immaginario di tre scrittrici italiane, Maria Messina, Lina Pietravalle e Paola Drigo, che mai hanno affrontato la traversata e, infine, l’esperienza dell’emigrazione è considerata in due scrittrici italoamericane, suor Blandina Segale ed Helen Barolini. Il filo rosso da seguire per decifrare il ruolo della donna è rappresentato dall’analisi di due novelle, L’altro figlio di Luigi Pirandello e Album di famiglia di Sergio Campailla, che assumono particolare rilevanza in quanto introducono la prospettiva femminile sull’emigrazione presentandola in una relazione di rivalità rispetto a quella maschile. Le tre scrittrici italiane prese in esame, oltre a tramandare un’immagine diversa del fenomeno, dovuta alla loro condizione di donne, si collocano in una postazione ancor più periferica e marginale in ragione della loro provenienza geografica. Non raccontano semplicemente l’emigrazione dall’Italia, ma la raccontano vedendola dalla Sicilia, nel caso della Messina, dal Molise, nel caso della Pietravalle, dal Veneto e dalle montagne friulane, nel caso della Drigo. Mettendo insieme i racconti di queste tre scrittrici, si realizza la trama di un romanzo al femminile che getta luce sulla condizione della donna nei primi decenni del Novecento.

Autore

Paola Culicelli, già dottore di ricerca e assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi “Roma Tre”, ha pubblicato una preziosa monografia su Giuseppe Berto (La coscienza di Berto, Le Lettere, Firenze, 2012), le lettere inedite di Montale a Esterina Rossi e un saggio biografico su Sergio Campailla. Si è occupata inoltre di Michelstaedter, d’Annunzio e Pirandello. Attualmente è docente nella scuola secondaria.