Antonio Tronci

Noi, poveri diavoli dimenticati

Nel racconto di uno dei seicentomila

Collana: Le Vie della Storia, 60
2003, 288 pp.
Temi: Biografie
ISBN: 9788871667119

Edizione cartacea

  • Brossura € 22,50

    Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Sinossi

La guerra, la deportazione i lavori forzati, la fame, la vita recuperata l'anonimo ritorno, l'ultima beffa… dopo, quale futuro?

L'autore racconta in prima persona l'esperienza della Seconda guerra mondiale, della deportazione in un campo di concentramento (i lavori forzati, la fame) e del difficile ritorno a casa. Non fu una guerra di poco conto. Al pari della Prima guerra mondiale ebbe i suoi morti. Strappò sei anni di vita a centinaia di migliaia di giovani che tornarono in silenzio cercando un posto di lavoro. Senza un segno di riconoscenza, dimenticati dalle istituzioni e dalla società, quasi che un sentimento di emulazione si fosse creato fra due tipi di resistenza di qua e al di là dei nostri confini. Ed ancora. Per la Prima guerra mondiale sono stati giustamente dedicati altari, sacrari, ossari, migliaia di sculture bronzee e marmoree, con gesti esaltanti il sacrificio, al centro di piccoli e grandi giardini di ogni comune d'Italia. Quale ricordo per i morti sui fronti e nei lager di quest'ultimo conflitto? Tronci risponde che dei poveri diavoli coperti da uno strato di terra in Grecia, Germania, Polonia, Russia… è rimasto solo qualche nome in appendice alle arrugginite targhe della precedente guerra.

Autore

Antonio Tronci è nato a Milano (1920) da madre americana e orfano di padre. Assunto alla "Montecatini" (negli stabilimenti di Taranto e Settimo Torinese), fu chiamato alle armi nel marzo del 1940 partecipando ai combattimenti sul fronte francese e alla guerra contro la Grecia. Deportato, dopo l'8 settembre 1943 in Germania nel campo di Tudorf, fu costretto al lavoro coatto sino al ritorno in patria il 25 agosto 1945. Riuscì a farsi strada nel campo editoriale come illustratore e poi fondando, in società, una casa editrice universitaria, raggiungendo risultati di rilievo.