A. Nivat

La Casa alta

I suoi abitanti raccontano la Russia di ieri e di oggi

Collana: Saggi, 41
2004, 208 pp.
Temi: Storia
ISBN: 9788871668093

Edizione cartacea

  • Brossura € 18,00  € 17,10

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Traduzione di Maria Serena Palieri. Vera curiosità architettonica, la “Casa alta”, uno dei sette grattacieli di Mosca, è una città nella città. Costruita nel 1952 dai detenuti del gulag, è uno degli emblemi dell’epopea staliniana. Per comprendere meglio la Russia di oggi, Anne Nivat si è interessata agli abitanti di questo particolare edificio. Chi sono? Come hanno passato gli ultimi cinquant’anni? Come hanno vissuto il passaggio verso la democrazia?Attori, scrittori, poeti, compositori celebri e “nuovi russi”: una galleria di ritratti che crea un quadro multiforme, sfaccettato e spesso toccante della società russa contemporanea, fra sorprendenti nostalgie e difficoltà di adattamento alla nuova realtà.

Autore

Affermata reporter, Anne Nivat, 35 anni, vive a Mosca dal 1998. Dal 1999 al 2001 ha scritto articoli sulla guerra in Cecenia come inviata speciale di «Libération». Il suo libro Chienne de guerre (2000) ha ricevuto il Premio Albert-Londres. Nel 2001, in collaborazione con Louisette Ighilahriz, ha pubblicato Algérienne, un libro-testimonianza che ha riaperto il dibattito sulla tortura durante la Guerra d’Algeria.