Matteo Galli

Da Caligari a Good Bye, Lenin!

Storia e cinema in Germania

Collana: Saggi, 44
2004, 683 pp.
Temi: Musica e Spettacolo
ISBN: 9788871668536

Edizione cartacea

  • Brossura € 38,00  € 36,10

    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il titolo del volume riprende quello di uno dei libri più famosi di critica cinematografica, quel From Caligari to Hitler pubblicato in esilio a Princeton nel 1947 da Siegfried Kracauer, il grande critico, saggista e sociologo tedesco di origine ebraica. Il libro intende ripercorrere la storia del cinema tedesco, individuando in esso un luogo privilegiato per un’approfondita riflessione su alcuni grandi e traumatici snodi della storia tedesca: dalla bruciante sconfitta della prima guerra mondiale all’affascinante e caotico esperimento weimariano, dal dodicennio nero con il suo inaudito strascico di lutti alla Germania ridotta in macerie, dalla faticosa ricostruzione e divisione delle due Germanie a momenti drammatici come la costruzione del Muro di Berlino e gli anni di piombo, fino ad arrivare alla Germania riunificata dell’ultimo decennio.Il percorso si snoda attraverso 30 film cui sono dedicati saggi di grande godibilità, del tutto privi di sterile accademismo, scritti da germanisti e storici del cinema. Fra i film presenti grandi classici, noti al pubblico internazionale, quali: Il gabinetto del dottor Caligari, I Nibelunghi, Faust, Il matrimonio di Maria Braun, Il cielo sopra Berlino, L’enigma di Kaspar Hauser, Germania in autunno, Heimat, Good Bye, Lenin!, ma anche film meno noti seppur di straordinario valore documentario e artistico come Gli assassini sono fra noi, Hitler - un film dalla Germania, Black Box BRD, Germania pallida madre.

Autore

Matteo Galli (Firenze, 1960) insegna Letteratura Tedesca all’Università di Ferrara. Ha scritto volumi su Canetti (1986) e Th. Mann (1994). Ha tradotto opere di Stifter e E.T.A. Hoffmann e scritto numerosi saggi sulla letteratura tedesca . Per Le Lettere ha pubblicato L’officina segreta delle idee. E.T.A. Hoffmann e il suo tempo (1999), ha tradotto e curato l’autobiografia di Jung Stilling (1993), una raccolta di novelle sulla follia (Il cuore di vetro, 1995), Il venditore di fontane di Jens Sparschuh (2000) e La scoperta della currywurst di Uwe Timm (2003).