Sinossi

Nella cultura europea del primo Novecento acquistano nuovo vigore le discussioni intorno al sacro e l’attenzione ai rapporti tra religione e consenso sociale. Sono manifestazioni di un’epoca caratterizzata ovunque da grande instabilità politica e incertezza culturale, e nella quale la messa in discussione del mondo dei valori ottocenteschi sfocia nella crisi delle istituzioni democratiche e liberali, nella nascita dei regimi totalitari e nella diffusione di nuovi stili di pensiero. La percezione di una grande crisi di civiltà, la fine delle illusioni scientistiche e positivistiche, ma anche la diffusione di un nuovo approccio alla storia delle religioni e dell’antropologia, determinarono un’attenzione nuova al tema del sacro (cui Rudolf Otto consacra un celebre libro nel 1917) e un bisogno di nuove religioni alternative a quelle tradizionali.Nei saggi raccolti in questo volume, frutto di una giornata di studi svoltasi presso la Biblioteca Roncioniana (Prato) nel 2004, studiosi di varie discipline (Emilio Gentile, Hubert Treiber, Alessandro Savorelli, Annamaria Laserra, Cristiano Grottanelli, Sandro Barbera, Andrea Orsucci e Marina Foschi Albert) indagano su cerchie intellettuali e protagonisti – filosofi, storici, ideologi e letterati – coinvolti a vario titolo nel dibattito sul sacro.

Autori

Sandro Barbera, specialista della letteratura e della filosofia tedesca, grande conoscitore del pensiero di Friedrich Nietzsche e Arthur Schopenhauer, è recentemente scomparso. Barbera si è occupato di storia della filosofia classica tedesca, con particolare riferimento a Schopenhauer e Nietzsche, su cui ha scritto numerose pubblicazioni. È autore, tra gli altri volumi, di Friedrich Nietzsche e Il mondo come volonta e rappresentazione di Schopenhauer. Introduzione alla lettura. Collaboratore assiduo della rivista «Belfagor».

PHP_EOL

Alessandro Savorelli (Prato, 1948), ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, è storico della filosofia moderna, ma si occupa anche di storia della simbologia e di araldica. Membro della Società svizzera di araldica e dell’Académie internationale d’héraldique, collabora a «Archives héraldiques suisses», «Emblemata» e a «Medioevo». Oltre a numerosi saggi sulla simbologia urbana nel Medioevo, ha pubblicato Piero della Francesca e l’ultima crociata. Araldica, storia e arte tra gotico e Rinascimento (1999) e Pegaso in Toscana. Lo stemma della Regione nella storia dell’araldica pubblica europea (2004), Tutti i colori del calcio (2008), Viola & Co. (2009). È tifoso della Fiorentina.