Sinossi

Negli ultimi decenni la centralità dell’elemento temporale nella narrativa è stata sostituita da quella del contesto spaziale. Lo spazio urbano ha assunto così un ruolo di primo piano e sempre più spesso si osservano in ambito critico riferimenti al “protagonismo” della città nel romanzo. Questo assioma non ha però al momento trovato una sua esplicitazione teorica chiara e il rapporto spazio urbano-romanzo viene ancora oggi declinato dagli studiosi in chiave architettonica, urbanistica, storica o sociologica. Cosa s’intende dunque, in termini teorici, quando si attribuisce alla città lo status di protagonista? Quali sono i parametri che determinano il ruolo dello spazio urbano nell’opera letteraria? Il volume intende proporre una riflessione teorica su questi temi utilizzando, come caso di studio, la rappresentazione della città di Madrid nell’opera di Arturo Pérez-Reverte, autore capace, attraverso i suoi romanzi, di ricostruire con modi e forme sempre diverse l’evoluzione della capitale di Spagna in epoca moderna e contemporanea.